EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Prestito fiduciario cambializzato: cos’è e come richiederlo?

Prestito fiduciario cambializzato

Nella lunga lista di finanziamenti o prestiti, troviamo quello che è definito: prestito fiduciario cambializzato. Vale a dire un prestito dove si hanno delle cambiali che vengono rilasciate invece delle classiche rate. Una formula che è utile per privati e per aziende che hanno la necessità di avere immediatamente del denaro.

Ovviamente ci sono dei requisiti da rispettare. Non tutti possono avere questo tipo di soluzione finanziaria. Tra l’altro le stesse banche possono anche decidere a chi rilasciare il servizio e a chi no.

Di certo il prestito fiduciario cambializzato sta diventando noto presso coloro che risultano protestati oppure che hanno la classificazione come: cattivo pagatore.

A chi è rivolto il prestito fiduciario cambializzato?

Prima di tutto dobbiamo sfatare la convinzione che il prestito fiduciario cambializzato sia dato a coloro che sono appunto soggetti protestati. In realtà ci sono delle richieste per poter accedere a questo tipo di finanziamento. Infatti esso è diretto a:

  • Dipendenti che hanno un’anzianità lavorativa di almeno 2 anni, cioè che lavorano per la stessa azienda da 2 anni
  • Deve essere presente un contratto a tempo indeterminato
  • I pagamenti in busta paga devono essere regolari, almeno negli ultimi 12 mesi
  • Il richiedete deve aver maturato il TFR per almeno 2 anni

Praticamente la banca o altro ente che rilascia questo finanziamento deve avere la certezza che il richiedente possa pagare il prestito. Dunque non è esattamente un prestito facile da avere.

Tuttavia, alcune banche, hanno deciso che è possibile rilasciare il prestito fiduciario cambializzato perfino a coloro che semplicemente hanno un garante con i requisiti in elenco.

Come avviene il prestito fiduciario cambializzato

Occorre rivolgersi a enti finanziari che rilasciano tale servizio. Non tutte le banche rilasciano questo servizio. Ci sono poi delle compagnie assicurative che possono dare un massimo di denaro. Perfino in questo caso è bene che vi fate due conti.

Ad ogni modo, dopo che il prestito fiduciario cambializzato viene richiesto, c’è la sottoscrizione del contratto. Il richiedente stipula un contratto in cui afferma che ci saranno delle restituzioni del denaro tramite il saldo delle cambiali. Ovviamente firma delle cambiali che sono a pagherò.

Requisiti minimi per richiederlo

Per avere un prestito fiduciario cambializzato ci debbono essere dei requisiti minimi, come la presenza di una busta paga e contratto a tempo indeterminato. Altra cosa importante è quella della residenza che deve essere in Italia. La somma di denaro richiesta non supera mai una certa soglia.

In caso ci sono dei ritardi oppure le cambiali non sono saldate c’è il rischio di avere un pignoramento coatto direttamente in busta paga.