Prestiti a Roma: cessione quinto per lavoratori

Dando un’occhiata ai prestiti a Roma più ricercati si potrà notare che in cima alle classifiche c’è il finanziamento con cessione del quinto per lavoratori dipendenti pubblici e privati. Questa particolare forma di prestito si contraddistingue per alcuni peculiarità che la rendono una elle soluzioni più comode ed apprezzate da chi è alla ricerca di un finanziamento. Scopriamo quali sono questi tratti distintivi e vediamo dove è possibile richiedere questi prestiti a Roma.

Come funziona la cessione del quinto per lavoratori pubblici e privati

Ma cos’è la cessione del quinto? È un prestito non finalizzato che può essere richiesto dai lavoratori dipendenti pubblici o privati e dai pensionati. Il suo nome deriva dal fatto che l’importo della rata mensile per legge non può essere più alta del 20% dello stipendio netto. Inoltre il pagamento delle rate non avviene con i soliti bollettini o con addebito sul conto corrente, ma viene fatto direttamente dal datore di lavoro, che poi trattiene il relativo importo dalla busta paga. Quando si ha qualche difficoltà ad ottenere un’altra forma di finanziamento, i pensionati e le persone che hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato trovano nella cessione del quinto un modo sicuro per ottenere le somme di cui hanno bisogno: le banche e le finanziarie infatti sono più favorevoli a concedere importi anche abbastanza importanti con la cessione del quinto perché, anche se non richiedono ulteriori garanzie oltre allo stipendio o alla pensione del richiedente, sono protette dalle polizze assicurative obbligatorie contro il rischio morto e il rischio di perdita dell’impiego. E, nel caso di dipendenti di aziende private, dal TFR.

Nel rispetto del vincolo del quinto, gli importi che è possibile ottenere con questo prestito possono essere superiori rispetto a quelle che possono essere richieste con il finanziamento personale classico e il piano di rimborso può avere una durata massima di 120 mesi. I requisiti per richiedere un prestito a Roma con la formula della cessione del quinto per lavoratori sono i seguenti: essere dei dipendenti pubblici o statali oppure dipendenti di aziende private con contratto di lavoro a tempo indeterminato (in alcuni casi gli istituti richiedono che le aziende private presentino dei requisiti minimi in termini di capitale sociale e numero di dipendenti), avere una certa anzianità di servizio e rientrare nei minimi e nei massimi di età previsti dai vari istituti di credito.

Come individuare i migliori prestiti a Roma

Se si prova a fare una ricerca dei prestiti per i dipendenti comunali a Roma si potrà scoprire che la Capitale offre un ventaglio di soluzioni praticamente sconfinato: tra banche e finanziarie note a livello nazionale e internazionale e realtà a livello più locale sono davvero tantissimi gli istituti in grado di concedere finanziamenti con cessione del quinto per lavoratori. Ci si può affidare al web per trovare quali sono le condizioni più interessanti e le proposte più adeguate alle proprie esigenze: è possibile fare una ricerca tramite i portali comparatori, in modo da poter fare un confronto immediato delle varie opzioni, oppure si possono visitare i siti dei vari istituti, in modo da poter studiare più a fondo i requisiti, le offerte del periodo e i vantaggi derivanti da eventuali convenzioni. Come abbiamo detto, ogni ente erogante fissa delle sue condizioni e dei parametri da rispettare (ad esempio Unicredit propone prestiti fino a 72.000 euro per i dipendenti pubblici, fino a 69,000 euro per i pensionati e fino a 42.000 euro per i dipendenti privati) e può lanciare delle promozioni temporanee (ad esempio oggi con Fiditalia un dipendente pubblico di 35 anni di età e con un’anzianità di servizio di 15 anni può ottenere 24.400 euro da restituire in 120 mensilità con rate da 270 euro: con Tan 5,60% e Taeg 6,09%, il totale dovuto dal cliente ammonta a 32.400 euro).