Carta di credito Poste Italiane: come richiederla e quale

Sono tre le carte di credito che Poste Italiane propone ai propri clienti. Analizziamole insieme evidenziando ove possibile le differenze tra le stesse e capendo come sia possibile ottenere la carta stessa.

Banco Posta Classica

La prima carta di credito di cui ci occupiamo è la Banco Posta Classica, che può essere utilizzata online e su tutti i circuiti Mastercard, consente di domiciliare le utenze e di sfruttare fino a 40 giorni di credito senza nessuna commissione aggiuntiva.

La carta ha un costo annuale pari a 37 euro, mentre qualora abbiate la necessità di avere una seconda tessera vi verranno richieste 25 euro annue. In fase di apertura potrete godere di un fido iniziale pari a 1,600 euro in caso di pagamenti. Il 18 di ogni mese verrà redatto l’estratto conto, mentre l’addebito verrà effettuato il 28 del mese. L’estratto conto online viene reso disponibile gratuitamente, mentre l’invio cartaceo richiede il pagamento di 1,20 euro aggiuntivi.

La carta può essere richiesta da tutti i soggetti con domicilio in Italia, che non hanno ancora una carta rilasciata dalla Deutsche Bank, che hanno veicolato sul conto l’accredito di stipendio e pensione. I documenti da presentare cambiano in base alla tipologia di lavoro che il soggetto svolge. In caso di lavoratori autonomi, ad esempio, sarà necessario presentare un documento valido di identità, una copia del Codice Fiscale e della ultima busta paga. I lavoratori autonomi dovranno presentare oltre al documento di identità e al codice fiscale, anche copia del modello unico e dove presenti dell’iscrizione all’albo o alla Camera di Commercio. In tutti i casi qualora il soggetto non abbia cittadinanza italiana, dovrà fornire anche il permesso di soggiorno.

Carta di Credito Banco Posta Più

Questo tipo di carta offre a chi ne fa richiesta la possibilità di gestire una doppia modalità di pagamento, classica o attraverso una linea di fido a saldo su cui collocare le rate delle spese più importanti. Il fido può essere personalizzato a seconda della tipologia di cliente e in base anche ai limiti di spesa, che oscillano tra i 2,600 e i 3,600 euro  in base a quanto stabilito dalla società emittente.
La carta è soggetta ad un canone annuo pari a 37 euro e ad un fido iniziale massimo come accennato pari a 3,600 euro. L’utilizzo dell’opzione rateale non comporta il pagamento di nessun TAN, ma obbliga al saldo di una commissione pari a 0,50 euro al mese per ogni 100 euro pagati a rate. L’addebito sul conto banco posta viene effettuato al 12 di ogni mese, mentre l’estratto conto viene preparato l’ultimo giorno solare di ogni mese. L’estratto conto digitale è gratuito, mentre quello cartaceo costa 1 euro ad invio.

Per il monitoraggio della carta e dei relativi movimenti, è molto utile ed efficace l’area online che permette di consultare da qualsiasi posto l’estratto conto, verificare la disponibilità della carta, chiedere bonifici e attivare le notifiche tramite messaggi di testo sul telefono stesso.

Carta di credito Banco Posta Oro

Concludiamo occupandoci della carta di credito Banco Posta Oro, che offre un fido mensile massimo di 5,200 euro, permette di effettuare prelievi, di avere a disposizione una linea telefonica dedicata. Il canone annuale legato a questa carta è pari a 55 euro, mentre una eventuale tessera aggiuntiva costa 35 euro. Il fido iniziale legato a questa carta permette di disporre di 5.200 euro, sottoposti ad un TAN del 13,92% e una TAEG del 17,86% in caso di pagamenti con rimborsi a rate. L’estratto conto viene redatto il 18 di ogni mese, mentre l’addebito avviene il 28 del mese stesso. Se avete necessità di ricevere a casa in formato cartaceo l’estratto conto, dovrete spendere 1,20 euro per ogni singola spedizione.

Tutte le carte rientrano nel sistema Sconti Banco Posta che permettono di recuperare fino al 5% di quano speso presso esercizi convenzionati.