EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Raccomandata atti giudiziari: come funziona e come riconoscerla

raccomandata atti giudiziari

La notifica degli atti giudiziari può avvenire con consegna a mano direttamente da parte dell’ufficiale giudiziario oppure con consegno a mezzo posta; in questo caso il postino recapita a casa della persona interessata una raccomandata atti giudiziari, la cui busta è sempre di colore verde. Se non trova nessuno a casa, il portalettere lascerà un avviso di giacenza. Scopriamo quali possono essere gli atti giudiziari contenuti nella raccomandata e come scoprire di cosa si tratta analizzando l’avviso di giacenza.

Cosa può contenere una raccomandata atti giudiziari

Prima di tutto bisogna capire cosa sono gli atti giudiziari. Rientrano in questa categoria tutti gli atti relativi ad un processo civile, amministrativo o penale; sono quindi gli atti inviati dal tribunale o che vengono notificati dall’Ufficiale giudiziario (spediti spesso tramite un avvocato).

Ovviamente chi riceve una raccomandata di questo tipo non può esserne molto contento, visto che molto probabilmente significa che verrà coinvolto in un procedimento giudiziario (ma non è detto che il coinvolgimento sia come parte in causa, potrebbe anche essere una chiamata a testimoniare nell’ambito di un processo che riguarda altre persone).

Quindi non rientrano tra le raccomandata atti giudiziari quelle comunicazioni tanto temute che possono arrivare da autorità amministrative come Equitalia, Agenzia delle Entrate, forze di Polizia e così via.

Come riconoscere una raccomandata dall’avviso di giacenza

La raccomandata atti giudiziari viene consegnata dal postino all’interno di una busta verde. Se in casa non c’è nessuno a cui consegnare la raccomandata, il postino lascia nella cassetta delle lettere l’avviso di giacenza. Anche se sull’avviso non viene specificato granché, osservandolo con attenzione è possibile avere qualche idea sul contenuto della raccomandata.

Il colore dell’avviso può essere sufficiente per capire che fa riferimento a una raccomandata atti giudiziari: per queste raccomandate infatti l’avviso di giacenza è verde, mentre per le altre lettere è di solito bianco, una sorta di scontrino. Altre informazioni possono arrivare dal codice stampato sull’avviso: gli atti giudiziari vengono identificati con i codici 76, 77, 78 e 79.

Tempistiche per il ritiro

Il cittadino che trova l’avviso di giacenza di una raccomandata atti giudiziari nella sua cassetta delle lettere deve sapere che far finta di nulla e non andare a ritirare la lettera all’ufficio postale non ha alcun senso, anzi. Gli atti giudiziari infatti si presumono conosciuti dal loro destinatario a partire dal decimo giorno successivo a quello in cui viene avvisato (con consegna o con avviso di giacenza).

Ad ogni modo, per ritirare una raccomandata del genere si ha più tempo a disposizione: la giacenza può durare fino a 180 giorni (a differenza dei 30 giorni previsti per le altre raccomandate), dopo di che farà ritorno al mittente.